La tragedia delle barriere coralline

barriera-corallina-inquinamento-sbiancamento-morte-disastro-ambientale-articolo-blog

Un “piccolo” mondo straordinario è in pericolo.

Sapevi che i coralli sono animali?
È stata una sorpresa anche per me! Forse mi ha tratto in inganno il fatto che siano sessili, cioè immobili, a differenza di altre creature marine.

corallo-barriera-corallina-sbiancamento-pericolo-ambiente

I coralli sono importantissimi in Natura.
Essi costituiscono la base delle barriere coralline.

La barriera corallina è un ecosistema con un tasso di biodiversità tra i più elevati sulla Terra: significa che riunisce in sé moltissime specie viventi.

Le barriere coralline si trovano in tutti i mari tropicali, e possono raggiungere dimensioni imponenti, come la famosa Grande barriera corallina Australiana.

Animali pieni di risorse

Quando da un corallo si stacca un pezzetto, se la corrente lo trascina in un substrato favorevole, da questo frammento può crearsi una nuova colonia!
Ma c’è qualcosa, anzi qualcuno, dal quale questi ecosistemi hanno molta difficoltà a difendersi. E questo qualcuno siamo noi.

Homo sapiens minaccia le barriere coralline

Molti studi ci dicono che i coralli sono un gruppo a rischio.
Il 75% delle specie sono minacciate dalle attività antropiche (umane).

Di questo passo, entro il 2050 perderemo un gran numero di barriere coralline…

E, con esse, tutti gli esseri viventi – pesci ma non solo – che gravitano intorno alle barriere coralline e vivono grazie a queste ultime!

Sbiancamento dei coralli: di che si tratta?

Lo sbiancamento è un segno di sofferenza delle barriere coralline.

Pur vivendo nei mari tropicali, i coralli sono molto sensibili all’aumento delle temperature; stanno reagendo malissimo al riscaldamento globale!

I coralli devono il proprio colore ad una simbiosi – cioè una collaborazione – con dei microrganismi, le zooxantelle…

L’aumento della temperatura nei mari distrugge questa collaborazione: perdendo le zooxantelle, i coralli perdono non solo il colore, ma anche la possibilità di nutrirsi come si deve.

E dopo poco tempo muoiono.

Dobbiamo fare qualcosa!

Unirci nello sforzo di inculcare alle grandi aziende e alle forze politiche un semplice concetto: bisogna cambiare il sistema produttivo, perché pagheremo un prezzo molto più alto se lasciamo il mondo così come sta.
A questo proposito ti consiglio il mio articolo “Quanto costa difendere l’ambiente?“.

Se siamo sulla stessa lunghezza d’onda, lascia un mi piace qua sotto e condividi sui tuoi social!


Fonti:
Entropy for Life – Riprodurre e proteggere i coralli all’Acquario di Genova
Zanichelli – Coralli in bianco
[Credits copertina: Bruno]
[Credits immagine corallo: Wikiwand]
[Credits immagine sott’acqua: Agnieszka]
[Credits immagine coral bleaching: Wikiwand]


Pubblicato da giadaearth

Stufa di questo mercato del lavoro ho deciso di avviare un'attività mia!

2 pensieri riguardo “La tragedia delle barriere coralline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: